Diritto dell’immigrazione

Diritto dell’immigrazione

Ad accogliere lo straniero disorientato provvede il diritto dell’immigrazione, che può efficacemente aiutarlo a inserirsi nella società italiana.
Se la burocrazia è quanto di più difficile possa districare un comune cittadino, lo è a maggior ragione per chi proviene dall’estero. Altre leggi, altre norme, spesso troppo diverse da quelle che incontra, finiscono per disorientare chi per lavoro o altri motivi sia appena giunto nel nostro Paese.

Molte volte, infatti, a “spaventare” non è tanto la lingua o la mentalità differente, ma le necessarie pratiche a cui dovrà sottoporsi per regolarizzare o confermare la propria posizione. O, talvolta, anche solo per la partecipazione ad attività scolastiche o sportive.

Permesso di Soggiorno

Il permesso di soggiorno può essere rilasciato per differenti cause che vanno dal lavoro, allo studio, allo sport, fino allo status di rifugiato politico. Le autorità competenti devono valutare l’effettiva realtà delle ragioni alla base di tale richiesta e quindi la compatibilità col soggiorno nel nostro Paese.

L’importanza di un Legale esperto di Diritto dell’Immigrazione

L’avvocato esperto in diritto dell’immigrazione è quindi un sostegno fondamentale per lo straniero che intenda trasferirsi nel nostro Paese. Non sempre è facile avviare le necessarie pratiche, per cui anche una persona di fiducia potrà non disporre delle adeguate competenze.
Anche qualora la richiesta venga respinta, o in caso di decreto di espulsione, il diritto dell’immigrazione contempla la possibilità di ricorso. In questa situazione, lo straniero accusato di essere entrato illegittimamente in Italia potrà avere la tutela legale per far valere le sue ragioni.

Anche quando vive stabilmente e serenamente nel nostro Paese, lo straniero potrà aver bisogno di assistenza in tema di diritto dell’immigrazione. Lo studio, il lavoro, la nascita di eventuali figli sul suolo italiano, presentano altrettante situazioni bisognose di tutela e competenza. Oppure lo straniero regolarmente presente sul territorio italiano vuole sposare una persona che invece si trova in condizioni di irregolarità. In particolar modo l’ambito professionale può presentare maggiori complicazioni quando le problematiche di lavoro investono un dipendente non italiano o non europeo.

Incertezze e soluzioni

Ulteriori situazioni di incertezza, per esempio, derivano da titoli o abilitazioni, complicando così anche la vita di chi è già munito di cittadinanza. Poniamo il caso di un medico che abbia conseguito la laurea in un’università estera o dello studente che chieda il riconoscimento degli esami svolti altrove.

Se tra le stesse università italiane vi sono differenze (per esempio su esami e tirocini) uno studente straniero può avere dubbi sulla validità del percorso. E quindi sulla compatibilità con la facoltà italiana in cui intende proseguire gli studi.
In tutte queste (e altre) situazioni, il diritto dell’immigrazione offre sostegno e tutela al lavoratore, studente o rifugiato, sin dal suo arrivo in Italia.